8 thoughts on “Esercizi di stiramento dei meridiani

  1. Buongiorno. Ho letto nel suo sito degli esercizi di stretching dei meridiani e li vorrei provare. Nella parte iniziale della presentazione ha scritto che ci potrebbero essere delle controindicazioni per alcune persone. Mi saprebbe dire quali? Ho provato a cercare su internet ma non ho trovato granché.
    Grazie dell’attenzione e della risposta.
    Luca

    • Buongiorno Luca, in effetti raramente si parla di controindicazioni in esercizi proposti in alcune pratiche come lo yoga, il Qi Gong, i 5 tibetani ecc..
      Le pratiche che ho menzionato lavorano a livello energetico ma utilizzando il nostro corpo fisico. Non entro in merito al discorso energetico ( che è a sua volta estremamente importante ed esige lui pure una certa cautela), ma parlando di corpo fisico se gli esercizi non vengono fatti ponendo attenzione ed ascolto, ma avendo solo in mente la posizione da raggiungere, lo stiramento soprattutto a livello della colonna o delle ginocchia potrebbe essere eccessivo. In presenza poi di patologie della colonna come ernia o protrusione discale, oppure scoliosi ( per citarne alcune), partire subito con gli esercizi classici menzionati potrebbe provocare dolore alla colonna o peggiorare una situazione instabile. Vanno perciò scelti altri esercizi proposti da Masunaga che lavorano sugli stessi meridiani ma utilizzando posizioni diverse. In un secondo tempo, da valutare a seconda della persona, si può poi passare agli esercizi descritti. Come sempre la modalità dell’ASCOLTO DEL PROPRIO CORPO E LA GRADUALITA’ è fondamentale per non farsi male. Per assurdo ( ma solo in un ottica superficiale) l’esercizio potrebbe essere anche solo mantenere la posizione di partenza respirando. Spero di aver risposto ai suoi dubbi! Un saluto. Irene

    • Vorrei puntualizzare che lo “STRETCHING DEI MERIDIANI©” è esclusivamente di Gianna Tomlianovich che li ha ideati e chiamati così, applicando anche il copyright, come si può vedere dal suo libro, titolato appunto LO STRETCHING DEI MERIDIANI©, Ed Il Punto di Incontro 2005, con varie ristampe, o dal suo sito http://www.keis.it
      Nel suo libro cita le 6 posizioni del Maestro Masunaga, e il fatto che il Keiraku Shatsu, da lui proposto significhi proprio “shatsu dei meridiani” ma non lo stretching….che è una elaborazione successiva di Gianna Tomlianovich che per anni ha insegnato nella sua scuola Keiraku Shatsu.
      Ci tenevo a precisare, visto che è una mia amica.

      • Non sapevo che vi fosse il copyright sulla frase ” lo stretching dei meridiani”. Conosco bene il libro di Gianna Tomlianovich, ma il mio articolo e gli esercizi illustrati sono tratti dal libro “Zen per immagini” di Shizuto Masunaga. Non è un problema per me cambiare il titolo del post.

    • Ciao Eugenia,forse quello a cui ti riferisci tu è il Qi Gong dei Sei Suoni, bellissima forma in cui ogni suono attiva organi e meridiani specifici.
      I suoni come mantra sono abbinati anche ai chakra.
      Nello stretching dei meridiani non è abbinato alcun suono ma la visualizzazione.
      Un caro saluto .
      Irene

    • Ciao Eugenia, pratico i makko ho con un maestro Kriya Yoga nonchè maestro shiatsu e posso affermare che durante la pratica utilizziamo dei suoni mentali durante la respirazione, ogni organo ha il suo. I suoni durante la pratica sono importanti anche se immaginari in quanto producono vibrazioni che aiutano gli organi in questini. Quindi per i meridiani do Polmone e Intestino crasso abbiamo ”YU” per polmone e ”MEH” per intestino crasso quindi Yu durante l’inalazione e meh durante l’esaltazione. Milza-Pancreas ”LU” Stomaco ”MO” quindi Lu durante l’inalazione e Mo durante l’esalazione. Per i meridiani di Cuore e Intestino Tenue i suoni sono per Cuore ”RE” Intestino Tenue ”MU” quindi inalando Re, esaltando Mu. Rene e Vescica Urinaria, inalando ”LOH” esalando ”MI”. Maestro Cuore e Triplice Riscaldatore, inalando ”gyo” (si pronuncia ghio) esalando ”RYO” (la erre è morbida si sente a malapena, come la r inglese) 😊 Buona pratica

      • Ti ringrazio Rodica per questo intervento. Non conosco questi suoni ma quelli della forma di Qi Gong di cui parlavo sotto. Masunaga nella sua rivisitazione dei makko ho non li inserisce. Facci sapere da quale tradizione provengono questi suoni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...